Parigi, Bilal Hadfi kamikaze ragazzino: ville e armi su Fb

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Novembre 2015 9:14 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2015 9:14

PARIGI – Ville, armi, in vacanza con gli amici a bordo piscina, occhiali da sole. Sono le foto che appaiono sulla pagina Facebook di Bilal Hafdi, sospettato di far parte del commando di otto terroristi entrato in azione la sera di venerdì 13 novembre a Parigi. E’ lui il kamikaze ragazzino, così ribattezzato perché scambiato per un 15enne. E invece di anni Hafdi ne aveva 20, faceva parte della “squadra Stadio”: si è fatto esplodere fuori dallo Stade du France.

Hafdi, cittadino francese, residente in Belgio, faceva parte della cellula terroristica con base a Molenbeek, il quartiere di Bruxelles ritenuto la roccaforte dei jihadisti europei. Aveva, secondo fonti investigative, combattuto con l’Isis in Siria. Secondo quanto riportato dal quotidiano fiammingo Het Laatste Nieuws, Hafdi era originario di un altro sobborgo di Bruxelles, Neder-over-Heembeek, e fino all’inizio del 2014 era noto come un appassionato tifoso di calcio.

A guardare il suo profilo Facebook, scoperto dal sito di informazione del deepweb Vocativ.com, sembra poco più che un adolescente. In una delle ultime immagini pubblicate compare in una strada trafficata in posa con alcuni amici alla maniera dei guerriglieri islamici. In un altro post celebra l’insurrezione delle banlieu parigine. In un altra foto impugna un’arma, sullo sfondo c’è pure un bimbo in quello che sembra essere un resort di lusso.

Quel che fa più paura è che quella sera del 13 novembre poteva essere tranquillamente scambiato per uno dei tifosi seduti sugli spalti: almeno uno degli attentatori aveva un biglietto per la partita e ha tentato di entrare allo Stade de France, dove c’erano 80.000 persone. Una strage sfiorata. E invece Hafdi è andato allo stadio con la giacca imbottita di esplosivi all’esterno.