Peperoncino fatto mangiare per punizione alla bimba di 2 anni: la piccola muore

Pubblicato il 9 Gennaio 2013 19:54 | Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio 2013 19:55

LOS ANGELES – Alla figlia del suo compagno, per punizione, dava da mangiare del peperoncino in polvere. Punizione che però potrebbe essersi trasformata in tragedia: la bimba, di appena due anni, si è infatti sentita male ed è morta nonostante la corsa in ospedale.

Per questo Amanda Sorensen, 21 anni, del sud della California, è finita in carcere con un accusa che, al momento, è solo di violenza su minore ma che potrebbe diventare di omicidio. La polizia locale, come riporta il Daily Mail che dà la notizia, al momento non conferma il nesso tra l’assunzione di peperoncino in polvere e la morte della bambina. Un’autopsia, già disposta, dirà l’ultima parola.

La possibilità che la morte della piccola sia collegata alla “punizioni” della matrigna è però concreta: il peperoncino, infatti, gonfia le vie respiratore. Il fenomeno, innocuo per un adulto, può essere fatale per un bambino.

Amanda Sorensen con la piccola (foto Facebook)