“Picchiamo Marchisio”: app choc per i tifosi del Napoli

Pubblicato il 15 Gennaio 2013 17:46 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2013 17:46

NAPOLI – “Purtroppo nel nostro mondo a volte le cose vengono storpiate o cambiate per colpa dell’informazione e di tutti i social netwotk che ci sono. Mi dispiace, ma come ha detto il mio allenatore Conte, e ringrazio Mazzarri per le parole di ieri, loro avevano capito il messaggio. Era un’antipatia solo sportiva”.

In un’intervista a ‘Le Iene’ su Italia 1 Claudio Marchisio chiarisce sulle dichiarazioni riguardo la presunta antipatia nutrita nei confronti del Napoli.

“C’è da fare i complimenti al Napoli che in questi ultimi anni è diventata una grande squadra in Italia ed è tornata anche in Europa”, spiega il centrocampista della Juventus, aggiungendo che quanto detto “era solo riferito a quello e non alla gente di Napoli o alla città.

Nella mia intervista si parla solo di ‘antipatia sportiva’, poi su vari siti è stata cambiata la frase in ‘odio’ per la gente di Napoli. Abbiamo già abbastanza problemi e odio nel calcio e non bisogna dare questi messaggi soprattutto ai giovani”.

“Sono solo un avversario quando ci gioco contro – prosegue Marchisio, parlando sempre della squadra campana – ma come può essere per tanti altri miei colleghi in altre squadre che andranno a giocarci contro. Devo imparare il dialetto napoletano così – aggiune il bianconero – la prossima volta non ci saranno problemi”.

Ma evidentemente queste spiegazioni non hanno convinto tutti i tifosi del Napoli dato che da ieri su “Google Play” si può scaricare una app dal nome emblematico: “Picchiamo Marchisio”.

L’obiettivo? Colpire il centrocampista della Juventus. E’ proprio vero il cattivo gusto non ha geografia.

"Picchiamo Marchisio": app choc per i tifosi del Napoli

“Picchiamo Marchisio”: app choc per i tifosi del Napoli