Piena Po, allerta in Veneto fino alle 14

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Novembre 2014 10:11 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2014 10:11

ROVIGO – La piena del Po spaventa il Veneto: la protezione civile ha diramato nuovi livelli di allerta fino alle 14 del 19 novembre. Ecco le zone che vengono tenute sotto controllo:

Per quanto riguarda la Rete Idraulica Principale è dichiarato lo stato di allarme sul Bacino Po-Fissero-Tartaro-Canalbianco-Basso Adige. Stato di attenzione sui Bacini Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Basso Brenta-Bacchiglione-Fratta Gorzone; e Livenza-Lemene-Tagliamento. Per quanto riguarda la Rete Idrogeologica per la parte Geologica è dichiarato lo stato di attenzione sui Bacini Alto Piave; Piave-Pedemontano; Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Adige-Garda-Monti Lessini; e Basso Brenta-Bacchiglione-Fratta Gorzone.

Nel tratto Veneto dell’asta del fiume Po, con il passaggio della piena, potranno essere interessate le strutture e le attività poste in tutte le aree golenali. La protezione civilee invita ad interdire l’accesso alle golene, compreso l’utilizzo delle piste ciclabili, e di mantenere la massima attenzione lungo il corso d’acqua. Per motivi di sicurezza è vietata la navigazione da diporto fino al rientro sotto le soglie di criticità.

Si raccomanda ai comuni interessati ed agli enti gestori di provvedere alla interdizione al transito di mezzi e persone attraverso i ponti in barche presenti sui rami di Po, nonché di provvedere alla loro apertura per il libero deflusso della piena e del materiale flottante trasportato. A seguito delle prime nevicate verificatesi in montagna, è stato emesso anche il primo bollettino valanghe della stagione, che prevede criticità verde (la minima) sulle Prealpi e gialla (il gradino appena superiore) sulle Dolomiti.

Martedì il Po ha fatto scattare l’allerta soprattutto tra Reggio Emilia e Mantova. Ecco alcune foto dalla giornata di ieri da YouReporter: