Roma, crolla un muro del Valadier al Pincio: “Colpa di neve e pioggia”

Pubblicato il 22 agosto 2012 17:49 | Ultimo aggiornamento: 22 agosto 2012 17:49

ROMA – Un crollo al Pincio, a Roma: il rivestimento di un muro, opera del Valadier come l’intero complesso, è crollato in via Gabriele D’Annunzio. ”E’ – dice il sovrintendente Umberto Broccoli – la fodera del muro e riguarda il secondo tornante dei tre che collegano la Terrazza del Pincio a Piazza del Popolo”.

Secondo Broccoli ”è la diretta conseguenza delle intemperie: prima la neve, poi di un’inverno molto piovoso, a cui si e’ aggiunta un’estate molto secca. Quindi prima molto bagnato, poi molto asciutto hanno creato il distaccamento di quella che possiamo definire la ‘fodera’ del muro della profondita’ di un mattone”.

Inoltre Broccolo ha assicurato che sara’ immediato il restauro del rivestimento del muro del Pincio crollato la scorsa notte a Roma. Gli operai dell’impresa stanno gia’ recuperando i mattoni che saranno ovviamente reimpiegati visto il loro valore storico. Per ripristinare completamente il muro saranno necessari tra i 200 mila ed i 300 mila euro.

”Insieme al dipartimento ‘Citta’ Storica’ di Roma Capitale utilizzeremo la procedura della ‘somma urgenza’ – ha spiegato il sovrintendente ai Beni Culturali – per l’immediato restauro del tratto in questione”. Il disappunto di Broccoli e’ per il fatto che le intemperie hanno agito prima che il progetto di restauro dei tornanti, rimasto in un cassetto per mancanza di fondi, fosse realizzato. ”Esiste un progetto di restauro complessivo di un milione e 300 mila euro – ha concluso – molto ben fatto che prevede la sistemazione di tutti i tornanti che arrivano fino a Piazza del Popolo ma che non e’ stato realizzato per mancanza di fondi”.

Foto Ansa:

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other