Pitone prima stritola pappagallo reale poi se lo mangia FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Dicembre 2015 14:16 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2015 14:16

AGNES WATERS (AUSTRALIA) – Un grosso pitone tappeto, dopo aver strisciato sul tetto di casa cattura un pappagallo reale e se lo ingoia dalla testa ai piedi. La scena è stata fotografata ad Agnes Waters in Australia: la famiglia si è ritrovata il serpente che a penzoloni dal tetto della loro casa stava iniziando ad ingerire la testa del volatile. 

Che fare in questi momenti? I proprietari hanno pensato bene di scattare delle foto che hanno inviato al cacciatore di serpenti Stuart McKenzie che le ha postate on line. Al Daily Mail, McKenzie ha detto che si tratta di “immagini molto interessanti” che mostrano “la natura al lavoro. Magari non piacerà agli amanti degli uccelli ma la verità è che i serpenti si nutrono di volatili e, indovinate un po’, gli uccelli si nutrono di serpenti a loro volta! È il cerchio della vita” ha concluso l’esperto.

L’abitazione si trova sulla Sunshine Coast nello Stato del Queensland. La zona è nota per essere infestata da serpenti. “I piccoli animali domestici si devono preoccupare” ha aggiunto ancora Stuart McKenzie.

Il pappagallo era probabilmente atterrato troppo vicino al pitone che non ha esitato a colpire. I pitoni da queste parti mangiano animali domestici come polli, piccoli cani o gatti che in alcuni casi vengono morsi e “spremuti” prima di essere ingoiati. Pur non essendo il più grande serpente avvistato in Australia, il pitone da queste parti è sicuramente il più grande e il più comune. Stuart McKenzie ha detto:”Nei giorni scorsi ne ho catturati sei. Hanno appena attraversato stagione riproduttiva. Stanno sicuramente in giro”.

Il pitone protagonista di questi scatti era di una lunghezza media tra il metro e mezzo e i due metri.  Dopo aver inghiottito il pappagallo, il serpente passerà alcuni giorni a “rilassarsi” per riuscire a digerirlo. Pur non essendo velenosi, i pitoni possono mordere in modo molto doloroso. Sono inoltre noti per il fatto che, come in questo caso, prima di mangiarle strangolano le prede.