Polizia Coisp, cartello dopo applausi: “Noi cretini, loro vittime” (foto-video)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Maggio 2014 9:28 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2014 9:30

ROMA – “Noi i cretini…e loro le vittime”. Sotto le foto dei poliziotti durante gli scontri delle manifestazioni e quelle dei manifestanti. Questo il cartellone apparso vicino Palazzo Madama, a Roma, e firmato Coisp, il sindacato indipendente di polizia. Dopo la vicenda dell’applauso del Sap ai poliziotti condannati per la morte di Federico Aldrovandi durante un’assemblea, per i manifestanti il cartellone apparso in piazza è una provocazione.

“Fanno semplicemente schifo”, dice un ragazzo che insieme ad altri manifestanti prepara l’acampada a piazza Sant’Andrea dei Movimenti per la casa. Altri aggiungono: “Qui non ci sono né cretini, né vittime, semplicemente un popolo sceso in piazza per l’austerity”.

Il cartellone sarebbe apparso come attività di propaganda, e non di provocazione, ma date le manifestazioni di questi giorni le persone in piazza non hanno decisamente gradito, come sottolinea un altro ragazzo dei Movimenti: “Ennesima provocazione fatta da un sindacato che già si è fatto conoscere per azioni non certo eccellenti”.

UUltima delle quali quell’applauso ai condannati per la morte di Aldrovandi, gesto che ha suscitato nelle istituzioni la necessità di chiedere scusa alla madre del ragazzo, mentre il Sap continua a ripetere che non a loro quel battito di mani era destinato. E ora il cartello, “noi cretini, loro vittime”, non può non scatenare altre polemiche.