Polizia e motori, libro racconta la “lunga strada insieme”

di Redazione blitz
Pubblicato il 6 dicembre 2018 13:31 | Ultimo aggiornamento: 6 dicembre 2018 13:31

ROMA – Dall’Alfa Romeo Giulia Super 1600, indimenticabile protagonista di straordinari inseguimenti, alle eleganti berline o coupé a due porte quali l’Alfa Romeo 2600 Sprint o l’Alfasud e la Fiat Marea, fino alle pietre miliari, come la leggendaria Pantera del maresciallo Spatafora, una Ferrari 250 Gte nera del ’62.

La storia della Polizia di Stato, attraverso gli scatti fotografici delle sue auto di servizio e l’evoluzione dell’automobile italiana s’intrecciano nel volume illustrato ‘Polizia e Motori – la lunga strada insieme‘. Il 6 dicembre 2018.

Il libro viene presentato al Centro Congressi del Lingotto, Auditorium Giovanni Agnelli, dal Capo della Polizia, prefetto Franco Gabrielli, e da John Elkann, presidente di Fca, in un incontro moderato dal giornalista Massimo Giletti.

Al Lingotto anche la Banda della Polizia di Stato, che il premio Oscar Ennio Morricone ha definito “una vera e propria orchestra di fiati”. Diretta dal maestro Maurizio Billi esegue musiche di Duke Ellington, Joseph Kosma/Jacques Prévert, Astor Piazzolla, Ennio Morricone, John Williams, Paul Desmond, Augustìn Lara, J.Mohr I. Berlin, Michele Novaro e Leonard Cohen.

Con la banda artisti famosi come il sassofonista Francesco Cafiso, il tenore Aldo Caputo e la cantante gospel Sharrita Duran. Ospite d’eccezione la cantante Giorgia.

In sala, le più alte cariche istituzionali, note personalità del mondo della cultura, dell’imprenditoria, dello spettacolo e della musica. Numerosi anche gli studenti provenienti dagli Istituti scolastici torinesi e universitari del Politecnico di Torino, oltre ad una rappresentanza di giovani poliziotti della Scuola Allievi Agenti di Alessandria. Ad assistere all’evento una rappresentanza degli abbonati storici di ‘Polizia Moderna’, la rivista ufficiale della Polizia di Stato; alcuni familiari del piano Marco Valerio, istituito per sostenere i figli minori dei dipendenti della Polizia di Stato affetti da gravi patologie e familiari delle vittime del dovere.

Il volume fotografico si può trovare presso le più importanti fiere e festival del libro in Italia, nonché presso il Museo delle auto della Polizia di Stato di Roma.