Ponte Umberto, Roma: uomo si butta nel Tevere, salvato dai vigili del Fuoco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Febbraio 2015 15:05 | Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio 2015 21:02

ROMA – Un uomo si è buttato nel Tevere dal Ponte Umberto I (detto anche Ponte Castello), all’altezza del “Palazzaccio”, la Corte di Cassazione, ma il corpo è stato inghiottito dal fiume in piena. In una situazione molto difficile l’uomo è stato salvato da un vigile del fuoco, che si è legato con una corda all’imbarcazione dei soccorsi, stando a quanto riporta il Messaggero.

È successo intorno alle 13, nel pieno centro di Roma, davanti a diversi testimoni. Essendo il Tevere in piena, la testa dell’uomo è stata vista fino a un certo punto, poi è iniziata la ricerca del corpo, localizzato l’ultima volta fra Ponte Sisto e Ponte Garibaldi.

Alla ricerca dell’uomo hanno lavorato le squadre di sommozzatori dei vigili del Fuoco, i soccorritori subacquei, la Croce Rossa, polizia e carabinieri. Il Tevere alle 13 era a un livello di 8,20 metri, misurati all’idrometro di Ripetta. Alle 17.30 era salito a 10 metri. Allerta lungo tutto il fiume, esondazioni segnalate all’altezza di Orte. Guarda le foto scattate fra Ponte Garibaldi e Ponte Palatino: