Porta suo cane malato a morire: dopo 6 mesi ancora vivo, usato per trasfusioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Maggio 2014 9:14 | Ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2014 9:21

ROMA – Il suo cane era malato e così lo ha portato dal veterinario perché fosse soppresso. Ma dopo 6 mesi i proprietari  di Sid, il nome dell’animale, lo ha trovato ancora in vita nel retro della clinica veterinaria. Il povero animale veniva usato come cavia e come fonte di trasfusioni. Il veterinario, Millard Lucien Tierce, è stato arrestato per crudeltà verso gli animali.

La storia di maltrattamenti di animali arriva da Fort Worth, in Texas, e i protagonisti di questa macabra storia sono Jamie e Marian Harris e il suo cane Sid. La donna portò Sid dal veterinario, Tierce, che gli diagnosticò una malattia spinale congenita e consigliò la soppressione dell’animale per evitargli inutili sofferenze.

Poi una impiegata della clinica circa 6 mesi dopo li chiama, rivelando che Sid è ancora vivo. Allora arriva la macabra scoperta: il cane era stato relegato in una gabbietta e usato come cavia e privato del sangue per effettuare trasfusioni. Il veterinario è stato arrestato dalla polizia e Sid è tornato con gli Harris, che dopo averlo portato in un’altra clinica hanno scoperto che il cane sta bene e non deve essere soppresso.