Presidente Mattarella arriva a Firenze in treno, poi va a Scandicci in tram FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 febbraio 2015 12:21 | Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2015 12:21

FIRENZE – – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è arrivato a Firenze per partecipare all’inaugurazione della scuola dei giovani magistrati di Scandicci. Il capo dello Stato, che è giunto a Firenze con un treno ad alta velocità, arrivato alla stazione di S.Maria Novella, è salito con i suoi più stretti collaboratori sul tranvia per Scandicci. Ad accoglierlo alla stazione il sindaco di Firenze Dario Nardella.

Dalla fermata di Scandicci Mattarella raggiungerà la sede della Scuola superiore della Magistratura di Castelpulci. Mattarella ha preso posto, insieme al sindaco Dario Nardella e al prefetto Luigi Varatta, su un convoglio della tramvia predisposto per lui e per il suo staff che lo condurrà a destinazione in una ventina di minuti. Il vagone con a bordo il Presidente, partito da una posizione arretrata, si è poi soffermato brevemente alla fermata ordinaria di Santa Maria Novella davanti ai viaggiatori in attesa e qualcuno ha cercato di salire, ma è stato loro spiegato che il convoglio era riservato per motivi di sicurezza. Il convoglio con a bordo il Presidente ha i lampeggianti accesi ed è seguito da un’auto della società di gestione della tramvia.

Qlla cerimonia è prevista la presenza, tra gli altri, anche il presidente del Senato Pietro Grasso, il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini ed il ministro della giustizia Andrea Orlando. Sempre secondo quanto appreso Mattarella avrebbe deciso di servirsi della tramvia sia per evitare disagi al traffico per raggiungere Scandicci, sia per la preferenza per l’uso di mezzi pubblici, come l’aereo di linea su cui ha viaggiato alcuni giorni fa per raggiungere Palermo da Roma.

Foto Ansa