foto notizie

Quanto costa una birra nel mondo? In Cina 0,26 euro, in Libano 6,8

ROMA – Il sito americano Thrillist, incrociando i dati forniti da molte città del pianeta, ha stilato la classifica dei luoghi in cui boccali e bottiglie di birra costano meno. E quelli in cui sono più cari.

Ne è emerso che la birra più a buon mercato è quella di Guangzhou, in Cina: mezzo litro di bionda costa solo 0,26 euro, una bottiglia di birra locale 0,44 euro, mentre una bottiglia importata vale 0,88 euro.

Per trovare la seconda migliore occasione bisogna recarsi a Manila, nelle Filippine. Qui per la classica pinta bastano 0,36 euro.

Secondo gli esperti è l’Asia il continente in cui il consumo di birra è in pieno boom. Vale per la Cina: nel 2012 gli abitanti del Dragone hanno scolato circa 49 miliardi di litri, più del doppio degli americani. Ma anche nelle Filippine, dove peraltro quasi il 100% della birra consumata è prodotto localmente.

Il terzo gradino del podio è occupato dalla città di Dnipropetrovsk, in Ucraina, dove il mezzo litro costa 0,40 euro.
A guardare la classifica colpisce poi il quarto posto dell’Arabia Saudita (0,43 euro), dove il consumo di alcol è proibito: in questo caso, però, il prezzo riguarda la birra non alcolica.

In Libia invece servono ben 6,8 euro per farsi una pinta. Una ragione c’è: anche qui l’alcol è illegale, ma il prezzo si riferisce alle birre di contrabbando.

Le birre più economiche del mondo

La tabella sui costi della birra stilata da Quartz.com. Nella prima colonna da sinistra il prezzo in dollari della birra alla spina, nella seconda quello della bevanda prodotta a livello locale, nella terza quella importata.

To Top