Earl Hayes uccide Stephanie Moseley e si toglie la vita. In diretta chat

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Dicembre 2014 12:43 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2014 14:14

LOS ANGELES – Il rapper Earl Hayes ha ucciso a colpi di pistola la moglie Stephanie Moseley, poi si è tolto la vita. L’omicidio-suicidio è avvenuto nella casa dei coniugi a Los Angeles l’8 dicembre. A dare l’allarme il pugile Floyd Mayweather, che era in contatto con Stephanie e che ha assistito all’omicidio in video chiamata.

Stephanie era un’attrice, ballerina e modella che aveva lavorato anche nei video di Chris Brown, Jennifer Lopez, Britney Spears e Rihanna. La Moseley, originaria di Vancouver, si era trasferita a Los Angeles nel 2004.

Secondo una prima ricostruzione, la ballerina e attrice era in videochiamata col pugile via FaceTime, quando il marito è rientrato a casa. Il rapper, furioso, avrebbe preso la pistola e sparato a Stephanie, poi ha girato l’arma e si è tolto la vita. Il pugile, che ha assistito alla scena, ha chiamato la polizia e fornito la sua testimonianza di quanto accaduto.

(Foto da Twitter)