Renzi: “L’Unità mi ha dato del fascistoide. E’ il giornale del mio partito, si scusi”

Pubblicato il 16 Ottobre 2012 21:50 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2012 21:51

CARRARA – ”L’Unità, quotidiano del mio partito, mi definisce autore volgare, rozzo e violento di un’idea ‘fascistoide’. E basta?”. A scriverlo, su Twitter, è Matteo Renzi, sindaco di Firenze e candidato alle primarie del centrosinistra, che non ha gradito l’articolo pubblicato oggi 16 ottobre dal quotidiano. ”Oggi l’Unità, quotidiano del mio partito – precisa Renzi su Facebook – sostiene in prima pagina che io sia autore di una proposta fascistoide. E con stile e sobrietà mi giudica volgare, rozzo, populista, suicida, cinico, arrampicatore, brutale. Tutto in un solo articolo. Ho molto apprezzato che non ci sia alcun riferimento alle mie evidenti responsabilità nella creazione del buco dell’ozono”, ironizza il primo cittadino.

Da Carrara, dove prosegue il suo tour elettorale in vista delle primarie, Renzi ha aggiunto: “Sono sconvolto. Ci sono punti di insulto oltre cui riesco ad andare. Oggi è il 16 ottobre e nel 1943, nel ghetto ebraico di Roma si consumava il rastrellamento di 200 persone, nessun bambino tornò a casa quel giorno. Un fatto che ancora oggi offende il cuore degli italiani. Quando si parla di fascismo si parla di questo”.

Il sindaco ha poi concluso: “Spero che la politica si riappropri di quella correttezza di espressione che adesso manca e di cui spero l’Unità si scusi”.