Rino Gattuso, foto presentazione: “Allenerei il Palermo anche gratis”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Giugno 2013 19:33 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2013 19:33

PALERMO – “Non sempre i mali vengono per nuocere. La disgrazia del Palermo in serie B ci ha portato però un campione sulla panchina: Rino Gattuso. Il destino ha fatto incrociare le nostre strade”. Lo ha detto il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, presentando il nuovo tecnico, appunto, Rino Gattuso, allo stadio Renzo Barbera. “Sono molto ottimista per la risalita in serie A – ha proseguito. Questo è il momento della rinascita. Rino mi ha entusiasmato per il suo spirito. E’ un uomo dai grandi valori, al quale voglio dare il mio benvenuto al Palermo. Stiamo lavorando in team”. Ai giornalisti il patron dice: “siate partigiani, incoraggiate la società e i giocatori”.

“Dobbiamo riportare tutti insieme il Palermo in serie A. Allenare il Palermo a 35 anni è una grande possibilità, lo farei anche gratis”. Sono queste le prime parole di Rino Gattuso da allenatore rosanero. Il tecnico é stato presentato dal presidente Maurizio Zamparini e dal consigliere d’amministrazione Giorgio Perinetti. Sulle perplessità sulla scarsa esperienza in panchina Gattuso dice: “Per 20 anni ho fatto calcio, mica il pescatore. E’ chiaro che non ho molte ore da allenatore ma spero non sia un limite”. “Tutti gli allenatori mi hanno dato qualcosa – ha spiegato – Stiamo costruendo una squadra forte, una squadra che vuole vincere”. A chi lo vede tecnico del Milan, Gattuso risponde “il mio Milan è il Palermo. Voglio rimanere qui il maggiore tempo possibile. Non penso ad altro”. “Siamo una squadra – aggiunge – e dobbiamo giocare da squadra. Quando ho perso c’era sempre qualcuno che faceva di testa sua. Ci sarà chi corre e chi imposta. C’é bisogno di tanta grinta e di compattezza. Il campionato di B è lungo e complicato, con squadre molto chiuse”. Il Palermo ha portato da Sion anche Lafferty. “Somiglia a Toni. Non è un grande bomber – spiega – ma può essere importante. Si dovrà però impegnare al massimo”.

La fama da mangiallentori di Zamparini non mi preoccupa. Sono il primo a sapere che se non porto risultati vado via, è normale. Può essere anche che riusciamo a cambiare questa tendenza” ha detto il neoallenatore, scherzando con il presidente rosanero. “Il presidente – ha spiegato – ha fatto grandi squadre. Per questo non ho avuto esitazioni. Mi ricordo che quando giocavo con il Milan, il Palermo di Delio Rossi faceva paura”. Su Miccoli il nuovo tecnico taglia corto. “Stimo Fabrizio, ci siamo incontrati tante volte anche in Nazionale – ha ribadito – Ma il suo contratto è in scadenza e la società non lo rinnoverà. In attacco comunque siamo molto forti”.

“Torneremo in serie A”, intonano i tifosi appena il nuovo tecnico Rino Gattuso si affaccia dal primo piano dello stadio Renzo Barbera. Contestato duramente il presidente Maurizio Zamaprini, che i tifosi chiamano “buffone”. “Vattene” gli gridano mentre si allontana con la sua auto. Cori a favore di Fabrizio Miccoli.

Le immagini della presentazione del nuovo allenatore del Palermo (LaPresse)