foto notizie

“Con rispetto salutiamo” lettera Giampiero Cattini e Sergio Di Palo a direttore Rebibbia

ROMA – “Con rispetto salutiamo”. Il Messaggero ha diffuso un’immagine della lettera che i due evasi di Rebibbia hanno lasciato al direttore del carcere di Roma. Citando la lettera, il quotidiano di Roma scrive:

“‘Ci scusiamo, la nostra permanenza ci ha portato a comportamenti scorretti scrivono – ma in questo percorso abbiamo trovato persone speciali’. Un gioco da ragazzi, anche perché dalla Terza Casa nessuno di solito tenta di scappare. Lì ci stanno solo i detenuti in custodia attenuata, solitamente ex tossicodipendenti, o comunque pregiudicati con un basso grado di pericolosità sociale”.

I due evasi sono Giampiero Cattini di 42 anni di Tor Bella Monaca (arrestato nuovamente la mattina del 13 febbraio) e Sergio Di Palo di 34 di Primavalle, entrambi arrestati per numerosi reati come rapina, legge armi, lesioni, furto aggravato, ricettazione e condannati a 4 anni. I due sarebbero dovuti uscire dal carcere nel dicembre e nel febbraio 2018. Per scappare dal carcere romano hanno segato le sbarre e si sono calati da un muro di cinta del carcere con delle lenzuola annodate.

 

To Top