Robert Vick, l’evaso che decide di tornare in carcere: “Fuori fa troppo freddo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 gennaio 2014 13:21 | Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2014 13:21

HOUSTON (TEXAS, STATI UNITI) – Meglio in carcere che fuori al gelo. In Kentucky, negli Usa, fa talmente freddo che un evaso, il 42enne Robert Vick, ha preferito tornare spontaneamente dietro le sbarre piuttosto che morire di freddo.

L’uomo era scappato di prigione domenica 5 gennaio ma il vortice artico che da giorni tiene sotto scacco gli Stati Uniti, lo ha costretto a fare marcia indietro. Entrato in un motel poche ore dopo la fuda, Vick ha chiesto ad un commesso di chiamare la polizia. E’ stato sottoposto a cure mediche per ipotermia e poi rinchiuso nuovamente nell’istituto di correzione Blackburn. Deve scontare 6 anni per furto.

Robert Vick, l'evaso che decide di tornare in carcere

Robert Vick