Roberto Baggio, animalisti contro di lui. Manifesti nella sua Caldogno FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Gennaio 2015 19:47 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2015 19:47

CALDOGNO – Una serie di manifesti contro Roberto Baggio, “colpevole” di essere pro caccia. Succede a Caldogno, il paese in provincia di Vicenza dove Baggio è nato e vicino al quale vive.  I manifesti anti-Baggio sono stati affissi in diverse strade del centro e portano la firma dell’associazione “100% animalisti”.

I manifesti in questione ritraggono l’ex calciatore in tenuta da caccia con sotto uno slogan non esattamente gentile: “Roberto Baggio il tuo passato non cancella l’odore”. E sotto un’altra frase, quella che spiega, si fa per dire, il perché dei manifesti:

“Cinghiali o cormorani nessuna differenza, abbiamo perso la pazienza”. 

A Caldogno, infatti, come in tutta la provincia di Vicenza è stata autorizzata fuori stagione la caccia ai cormorani, considerati responsabili della quasi estinzione della trota marmolata. Un “piano di contenimento” che fa infuriare gli ambientalisti. E quindi, per diventare visibile, l’associazione se la prende con Roberto Baggio. Che nulla c’entra con la decisione di aprire la caccia ai cormorani.

Roberto Baggio, animalisti contro di lui. Manifesti nella sua Caldogno FOTO

Roberto Baggio, animalisti contro di lui. Manifesti nella sua Caldogno FOTO