Roma-Bologna 2-3, le pagelle: decisiva la doppietta di Gilardino

Pubblicato il 16 settembre 2012 18:15 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2012 18:15

Roma-Bologna 2-3: le foto Ansa.

ROMA – Le pagelle ed il tabellino di Roma-Bologna 2-3, terza giornata del campionato di Serie A.

Roma (4-3-3): Stekelenburg 5, Piris 5 (30′ st Marquinhos sv), Burdisso 5, Castan 5, Balzaretti 6, Florenzi 6.5, Tachtsidis 6, Pjanic 6 (24′ st Marquinho sv), Lamela 6 (24′ st Lopez sv), Destro 6, Totti 6. (13 Goicochea, 55 Svedkauskas, 46 Romagnoli, 11 Taddei, 47 Lucca, 26 Tallo). All.: Zeman 5.5

Bologna (4-3-1-2): Agliardi 6.5, Motta 5 (30′ st Garics sv), Antonsson 5, Cherubin 5, Morleo 5.5, Taider 6, Perez 5 (1′ st Pazienza 5.5), Guarente 5.5 (1′ st Pulzetti 5), Kone 5.5, Diamanti 6, Gilardino 6.5. (1 Curci, 22 Lombardi, 45 Carvalho, 43 Sorensen, 20 Abero, 77 Pasquato, 7 Gimenez, 18 Gabbiadini, 9 Acquafresca). All.: Pioli 6.    Arbitro: Guida di Torre Annunziata 6.    Reti: nel pt, 7′ Florenzi, 16′ Lamela. Nel st, 27′ e 45′ Gilardino, 28′ Diamanti.

Recupero: 0′ e 3′    Angoli: 9-3 per il Bologna    Ammoniti: Perez, Pjanic, Tachtsidis, Castan, Balzaretti, Morleo e Totti per gioco scorretto. Diamanti per proteste.    Spettatori: 44.494.

La bella Roma vista due settimane fa a San Siro contro l’Inter crolla sotto i gol di Gilardino (doppietta per lui) e Diamanti all’Olimpico in un secondo tempo che definire disastroso e’ un  eufemismo. Il Bologna, sotto di due gol dopo appena un quarto d’ora (Florenzi e Lamela) non si arrende, e nella ripresa riesce a mandare al tappeto Totti e compagni.

Finisce 3-2 per la formazione di Pioli, tra il disappunto dei tifosi giallorossi accordi quasi in cinquantamila all’olimpico e che per quasi un’ora hanno assaporato una vittoria che significava restare agganciata al terzetto delle capolista Juve, Lazio e Napoli. Invece, a una manciata di minuti dalla fine, il Bologna mette il piede sull’acceleratore e complici tre svarioni difensivi con Burdisso protagonista in negativo, con Gilardino e Diamanti porta a compimento la rimonta e conquista i primi tre punti della stagione.

Ha due volti la Roma, un po’ come quella di Luis Enrique dello scorso anno. bella, aggressiva e determinata nel primo tempo, attendista, sufficiente e distratta nella ripresa tanto da consentire al Bologna di andare a segno due volte nel giro di un minuto (27′ st con Gilardino e 28′ st con Diamanti). La Roma e’ costretta a rimandare l’appuntamento con la vittoria all’Olimpico ancora una volta, cosi’ come capitan Totti con l’ennesimo record, quello del gol numero 216 che significherebbe il quarto posto nella classifica dei marcatori di tutti i tempi.

E dire che le premesse erano completamente diverse. La Roma del primo tempo, soprattutto quella della prima mezzora e’ bella, determinata, aggressiva, le assenze di de Rossi e Osvaldo sembrano non pesare. Totti ispira la manovra dei suoi. I giallorossi vanno a segno al 7′ con baby Florenzi ma il merito e’ da dividere al 50 per cento proprio con Totti: il capitano lascia partire un destro dalla distanza che si stampa all’incrocio dei pali, sulla ribattuta Florenzi di testa insacca a porta vuota per l’1 a 0. Il Bologna e’ frastornato, non riesce a prendere campo tanto che i giallorossi raddoppiano al 16′ con Lamela (preferito a Lopez) con l’argentino che di sinistro dalla distanza con un tiro angolatissimo batte Agliardi tra le proteste dei felsinei per un fallo precedente su Perez rimasto a terra.

Sul 2-0 la gara potrebbe essere in discesa per la formazione di Zeman che pero’ non affonda il colpo del definitivo ko nonostante le belle giocate di Destro e Lamela (22′), e quelle di Tachtidis. Il Bologna col passare dei minuti prova a risistemarsi in campo e nella ripresa, con gli inserimenti di Pazienza (per un nervoso Perez) e Pulzetti (per Guarente), prende campo mentre Totti e compagni non riescono ad affondare.

Al 9′ Agliardi si supera su un colpo di testa del capitano giallorosso. I felsinei collezionano una serie infinita di calcio d’angolo, sembrerebbe un attacco sterile, invece al 27′ arriva il gol di Gilardino che approfitta di un contrasto tra i difensori giallorossi per accorciare le distanze. Nemmeno il tempo di mettere la palla al centro che Diamanti segna il gol del 2-2. la difesa giallorossa fa acqua e Zeman sostituisce Piris con Marquinhos ma non basta.

La Roma prova a svegliarsi con Totti eterno ispiratore ma di fronte a se’ trova un Agliardi in stato di grazia che si erge a saracinesca. Il gol del ko del Bologna arriva al 45′ e porta la firma di Gilardino che approfitta dell’ennesimo svarione difensivo tra Burdisso (ancora lui) e Stekelenburg. Totti prova a rimediare allo scadere ma il suo colpo di testa e’ neutralizzato ancora una volta da Agliardi. E dopo il 2-2 casalingo con il Catania, la Roma va ko.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other