Roma, buche diventano voragini per la pioggia: vigili presidiano le più pericolose FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 marzo 2018 12:44 | Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2018 14:38

ROMA – Prima la neve poi l’abbondante pioggia caduta senza pausa negli ultimi due giorni. A Roma le strade sono piene di buche molto profonde ed estese. Si tratta di un pericolo per chi guida l’auto o lo scooter. Piene di acqua e di fango, non sempre è facile evitarle e per chi ci capita dentro il pericolo è assicurato.

Chi viaggia in auto, il rischio di rimetterci una gomma è quasi certo: per chi viaggia in scooter potrebbe essere anche peggio. “Già nei giorni scorsi, a seguito della neve e del ghiaccio formatosi sulle strade della capitale, avevamo lanciato l’allarme buche, ma le nostre denunce sono rimaste inascoltate e oggi i cittadini romani fanno i conti con una situazione dell’asfalto disastrosa”. A dirlo è il  Codacons, commentando i problemi alla viabilità registrati a Roma.

“Il ghiaccio della settimana scorsa ha ampliato le buche già esistenti e ne ha create di nuove, al punto che la situazione odierna delle strade è drammatica e rappresenta un potenziale pericolo per pedoni, automobilisti e motociclisti – afferma il presidente Carlo Rienzi – Per tale motivo chiediamo al prefetto di richiedere l’intervento urgente dell’Esercito, allo scopo di presidiare le strade più critiche e utilizzare i militari per chiudere le voragini più grandi e le buche più insidiose, a tutela della pubblica incolumità”.

Il Codacons ha deciso infine di offrire assistenza agli utenti che subiranno danni fisici e materiali a causa delle buche stradali (cadute, rottura pneumatici, danni alle sospensioni, ecc.), attraverso la copertura “Scudo legale”, un servizio del Codacons che copre le spese legali per azioni e difese civili, penali, e controversie di varia natura.

Molte di queste buche sono presidiate dai vigili urbani che attendono per ore, è accaduto questa mattina in via Ostiense, che arrivino le transenne che impediscono alle auto di cadere dentro le voragini. Repubblica prova a tracciare una mappa delle situazioni più drammatiche:

“(…) Tangenziale Est in direzione Tiburtina, ‘sorvegliata’ dai vigili. ‘Presidio’ alle buche anche in zona Marconi. Chiusa al traffico via di Tor Pignattara in direzione Tuscolana. Alle 7 del mattino è stato chiuso per allagamento lo svincolo dell’Autostrada Aeroporto di Fiumicino in uscita fra l’allacciamento A12 Roma-Civitavecchia e allacciamento G.R.A. (al chilometro 11) in direzione Fiumicino”

Rallentamenti e code si sono registrati in via Ostiense all’altezza della Basilica di San Paolo fino al Ponte Spizzichino a causa di un’auto finita con le ruote dal lato guida dentro una buca completamente invasa dall’acqua.

Buche colme di acqua anche in via di Vigna Murata con rallentamenti agli ingressi opposti di via Laurentina e via Ardeatina e automobilisti impegnati in una sorta di “slalom” per non rimanere incastrati con le ruote. E code sono stati segnalati anche in via della Pineta Sacchetti, via Maresciallo Pilsudksy, in via Magnagrecia fra piazza Tuscolo e via Appia Nuova, fra via Gregorio Settimo e viale degli Ammiragli. Si è proceduto a rilento anche in via Prenestina, fra Colle Monfortani e Circonvallazione Orientale in direzione centro così come sul viadotto della Magliana e in via Flaminia Nuova fra il viadotto di Castel Giubileo e Grottarossa”.

Su Twitter le foto dei veri e propri crateri:

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other