Roma: “Circo degli Orrori” al Brancaccio, Codacons chiede rimozione manifesti in strada: “Spaventano i bambini” FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2018 15:59 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2018 15:59

ROMA – “Il Circo degli Orrori” sbarca a Roma e spaventa il pubblico. Il Codacons si mette di mezzo chiedendo al comune rimuovere, con effetto immediato, tutti i manifesti che pubblicizzano nelle strade della capitale lo spettacolo in programma al teatro Brancaccio da 5 al 21 ottobre.

Il “Circo degli Orrori” è un tipo di spettacolo nato in Inghilterra ne 1995. Si tratta di una fusione perfetta tra cabaret e circo che si ispira alle atmosfere dei film horror, . Lo spettacolo è tetro ed ironico al tempo stesso, con personaggi paurosi e inquietanti: sul palcoscenico si alternano vampiri e un clown killer. Lo stesso personaggio compare sui poster della discordia, quelli che il Codacons chiede di rimuovere dalle strade.

Carlo Rienzi è il presidente Codacons. Al Campidoglio, l’ente da lui guidato scrive: “Stiamo ricevendo le segnalazioni di numerosi genitori i cui figli sono rimasti turbati ed impauriti dall’immagine utilizzata per la pubblicità dello spettacolo, in cui compare un raccapricciante clown che regge una bara. Si tratta di una raffigurazione che incute paura, del tutto inadatta ai minori, una immagine che ha generato in alcuni casi crisi di pianto e incubi nei più piccoli”.

Il Codacons scrive ancora: “Tale scelta rappresenta una vera e propria violenza nei confronti dei minori, ancor più grave se si considera l’elevato numero di cartelloni pubblicitari dello spettacolo dislocati in tutta Roma e che raggiungono un pubblico vastissimo composto anche da bambini”. Il Comune di Roma e il Brancaccio, al momento tacciono.

Circo degli Orrori

Roma: “Circo degli Orrori” al Brancaccio, Codacons chiede rimozione di questi manifesti