Roma, manager Uber a cena coi parlamentari: blitz dei tassisti. “Venduti” FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 luglio 2015 0:23 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2015 0:23

ROMA – Blitz di circa 200 tassisti in un ristorante di piazza Sant’Ignazio a Roma, dove la manager di Uber, Benedetta Arese Lucini, si trovava a cena con alcuni parlamentari. “Venduti, venduti”, hanno gridato i tassisti lanciando dollari falsi contro i parlamentari. Uber è la multinazionale californiana da mesi osteggiata dai tassisti di tutto il mondo per il suo servizio di trasporto privato via app. “Volete distruggere il servizio pubblico – hanno continuato a protestare i tassisti – quando il Tribunale di Milano ha giudicato per tre volte abusivo Uber”.

Alessandro Genovese di Ugl taxi, spiega all’Ansa: “Stranamente sono stati depositati degli emendamenti da parte di diversi parlamentari che convergono su un testo molto simile, poco prima della chiusura della presentazione degli emendamenti sul ddl concorrenza. Pare proprio che dietro tutto questo ci sia una regia. La cena della general manager di Uber Arese Lucini con alcuni parlamentari della repubblica pare confermare questo sospetto”.

Tra i presenti alla cena, “i parlamentari di Scelta Civica, Giuseppe Stefano Quintarelli, Adriana Galgano e Ivan Catalano (ex M5S) – afferma Genovese – e Luis Alberto Orellana del gruppo Misto (ex M5s)”. Sulla centralissima piazza Sant’Ignazio sono rimaste le banconote finte di dollari che i tassisti hanno lanciato ai parlamentari.

(Foto Ansa)