Roma, protesta anti sfratto a Torrevecchia: cassonetti in fiamme, blocco strade FOTO, VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Maggio 2015 13:35 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2015 19:31

ROMA – Cassonetti rovesciati, alcuni in fiamme, e strade bloccate a Torrevecchia, quartiere alla periferia Nord Ovest di Roma, dove è in corso una protesta anti sgombero. Un centinaio di persone si sono riversate in strada per contestare lo sfratto di una famiglia da un appartamento Ater di via Numai, il cosiddetto Bronx. E’ partito da lì un corteo spontaneo che ha bloccato il traffico in alcune strade del quartiere. A quanto riferito, durante il percorso i manifestanti hanno rovesciato anche cassonetti per effettuare blocchi stradali.

Sul posto sono intervenuti i vigili urbani che hanno chiuso temporaneamente la strada all’altezza di via Gabriele Paleotti in direzione via di Boccea. Poi la manifestazione si è spostata sui tetti e nel cortile del palazzo di case popolari. Il quotidiano la Repubblica raccoglie le testimonianze di alcuni attivisti, secondo i quali

“due ragazzi, tra cui uno degli sfrattati, si sono arrampicati sul tetto dello stabile, mentre la signora della famiglia sotto sgombero si trova ancora dentro casa”.

Gli attivisti

“si sono posizionati per bloccarlo di fronte al camion, davanti al quale è schierato tra l’altro un piccolo cordone di forze dell’ordine in tenuta antisommossa. Ora Municipio e Campidoglio devono trovare una soluzione per questa famiglia”.

“Non ci muoviamo – dicono – a costo di essere caricati“. Adriano, uno degli abitanti del quartiere, afferma:

“Non si fanno così gli sgomberi. Stamattina i nostri bambini erano terrorizzati. E’ una guerra tra poveri, non è giusto. Qui c’è gente che come me ha figli e guadagna 500 euro al mese e viene mandato via di casa senza preavviso. Andrebbero fatti prima incontri e spiegati i motivi”.

(Foto Twitter)