A Roma sflia la Marijuana March. Marco Pannella contestato (foto)

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 febbraio 2014 17:23 | Ultimo aggiornamento: 8 febbraio 2014 20:04

ROMA – Slitta a Roma la Marijuana March, la manifestazione per la legalizzazione della cannabis. L’evento, che si ripete ogni anno, è stato caratterizzato quest’anno anche per la contestazione a Marco Pannella (guarda il video), leader dei Radicali che da sempre si batte per la liberalizzazione delle droghe leggere.

Tanti gli striscioni con lo slogan ‘Illegale è la legge, il suo costo è reale’, motto della protesta, e tante sigle provenienti dall’intero Paese. “Siamo oltre trentamila – dichiara Mefisto, portavoce degli organizzatori – Non saprei dirlo però con certezza perché sicuramente il corteo si ingrosserà più avanti”.

Marco Pannella al suo arrivo, accompagnato da Paolo Izzo segretario del Movimento Radicali Roma, è stato fischiato e circondato da un gruppo di manifestanti che gli hanno intimato di andarsene all’urlo di “Non ti vogliamo”, “Pannella vattene”, “Venduto”.

“Sapevamo che gli organizzatori della manifestazione non gradivano la nostra presenza ma dopo cinquanta anni di lotte anti proibizioniste questa sarebbe stata la nostra prima assenza. Purtroppo la non democrazia produce incapacità di intendere e volere, a queste provocazioni non rispondo”, ha dichiarato Pannella che ha poi deciso di lasciare la manifestazione.

(Foto LaPresse)