Russia, fanno il bagno nella vasca di latte per formaggi e l’azienda viene chiusa

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 aprile 2014 17:40 | Ultimo aggiornamento: 2 aprile 2014 17:40

MOSCA – Cinque dipendenti dell’azienda casearia ‘Siri’ (Formaggio) di Omsk, in Siberia, fanno il bagno nudi in una vasca piena di latte destinato alla produzione delle tradizionali tracce affumicate conosciute come ‘cecil’, la foto finisce sui social network e l’azienda viene chiusa  dall’ente preposto alla tutela dei consumatori.

Si è trattata, spiegano i cinque, di una pazzia di Capodanno, ma è lecito sospettare che non sia stato un episodio unico. La foto postata da uno dei protagonisti dell”impresa’ su VKontakte, il Facebook russo, è bastata a suscitare l’indignazione del web e a far scattare un’ispezione di Rozpatriebnadzor, l’ente preposto alla tutela dei consumatori, che ha disposto la chiusura della fabbrica per 90 giorni.

Oggi X5 Retail group, il più grande distributore russo di generi alimentari, ha tolto dal commercio la produzione dei latticini ‘Siri’, già crollati nelle vendite dei supermercati. Giovedì 3 aprile inizia il processo per la violazione di numerose norme sanitarie, tra cui quelle sull’ambiente e il metodo di lavorazione manuale della pasta filante, come documentato anche dal sito Lifenews, secondo cui l’azienda continua a lavorare di notte nonostante la chiusura. Sul web e nei talk show le ironie si sprecano: ”Gorgonzola alla Omsk”, ”Fermentazione alla temperatura di 36,6 gradi”, ”Solo ingredienti naturali”.

Russia, fanno il bagno nella vasca di latte per formaggi e l'azienda viene chiusa

La foto della scandalo