Russia, il lago Karachay è il più inquinato al mondo

Pubblicato il 10 Ottobre 2012 18:44 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2012 18:44

 

MOSCA – Il lago Karachay, a sud degli Urali è il più inquinato al mondo. Basta un’ora di balneazione per rimetterci le penne tante sono le scorie nucleari. Per anni è stato nascosto dalle mappe. Già nel 1990 bastava tenere i piedi in ammollo per pochissimo, per assorbire una dose di radiazioni pari a 600 roentgen sufficiente ad uccidere.

Uno dei motivi principali per l’incredibile tasso di inquinamento è da ricondurre alla sua posizione. Il lago infatti è situato all’interno dell’area della Mayak Production Association, uno dei più grandi impianti nucleari in Russia. La centrale è stata tenuta nascosta dal governo fino al 1990.

All’interno del lago sono stati riversati per anni tutti gli scarichi nucleari che hanno contaminato le acque e il letto del fiume giungendo fino alle falde acquifere e ai corsi d’acqua sotterranei.

Oggi il Lago Karachay è stato riempito completamente di cemento e l’acqua del fiume Techa è stata depurata quasi completamente dal cesio, ma non è ancora possibile berla. All’impianto nucleare di Mayak è stata revocata la licenza nel 2003 per lo scarico dei rifiuti in mare aperto.