Salt Lake City, 165 mln di detriti: è la frana più grande della storia (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 gennaio 2014 14:27 | Ultimo aggiornamento: 9 gennaio 2014 14:32

SALT LAKE CUTY (UTAH) – Lo scorso aprile, centosessantacinque milioni di tonnellate di detriti si sono staccati da una gigantesca miniera di rame a Salt Lake City nello Stato americano dello Utah, provocando la più grande frana della storia moderna.

A stabilirlo sono gli studiosi dell’Università dello Utah. La quantità franata, spiega il Corriere, è enorme:

“avrebbe potuto seppellire tutto Central Park a New York (350 ettari) sotto una montagna di 20 metri di terra, detriti e rocce  (…) L’enorme frana si era staccata da uno dei fronti di mina della miniera di rame Bingham Canyon di Kennecott (il secondo più grande produttore di rame d’America) ed era scivolata in una voragine profonda quasi 1,5 km. I movimenti franosi sono stati due (ciascuno della durata di circa un minuto e mezzo) ed hanno raggiunto una velocità di 160 km/h”.

La frana avvenuta esattamente il 10 aprile scorso, grazie al monitoraggio degli spostamenti del terreno svolti nei giorni precedenti, era prevista e non aveva causato feriti. La caduta dei detriti aveva però provocato grossi danni ai macchinari.

A causa della frana inoltre, la produzione mineraria è stata ridotta del 50 per cento e circa 100 lavoratori sono stati licenziati.

(Foto Ap/LaPresse)