Matteo Salvini a Castel Volturno: selfie con Insigne e Callejon FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 dicembre 2017 12:46 | Ultimo aggiornamento: 1 dicembre 2017 15:06

NAPOLI – Salvini scatta un selfie con Insigne, Callejón e il vicepresidente del Napoli. Il leader della Lega Nord scatta la foto durante un incontro in un hotel di Castel Volturno vicino Napoli: “Sono per lavoro a Castel Volturno, dove ho incontrato 70 amministratori locali (sindaci, assessori e consiglieri) che porteranno avanti le battaglie della Lega in Campania, grandissimi! E in albergo chi incontro? Insigne, Callejón e il vicepresidente del Napoli, simpaticissimi! Viva il bel calcio”.

Salvini ha postato la foto su Facebook e c’è chi ha protestato. I napoletani si sono scatenati infatti con migliaia di post di delusione e rabbia dopo aver visto lo scatto. A Castel Volturno ha sede anche il quartier generale del Napoli. Il più bersagliato, da napoletano, è ovviamente Insigne. “Questa foto è un calcio in faccia alla nostra città, da napoletano che punta ad essere un simbolo per questi colori e questa città dovresti vergognarti! La Lega Nord ci ha chiamati “Terroni e colerosi” per decenni ed ora si ricordano del Sud per racimolare qualche voto in più! La maglia si onora anche fuori dal campo”, scrive un utente su una pagina dedicata di solito alla celebrazione delle imprese di “Lorenzinho”.

E anche su Twitter c’è una valanga di polemiche. “Profonda vergogna per Insigne che da napoletano avrebbe dovuto rifiutare la richiesta di una foto da quest’uomo. Uno che mai ha rispettato la nostra identità e il nostro amore per Napoli”, scrive un utente, mentre molti rivedono anche l’idea di assegnare a Insigne la maglia numero 10: “Ma quello della foto con Salvini, è lo stesso Insigne a cui si vuole dare la numero 10, simbolo della napoletanità?”, scrive un utente di Facebook.

Molti ricordano i cori contro i napoletani che si sentono in tutti gli stadi del centronord e la foto viene ricollegata all’impegno di Kalidou Koulibaly contro il razzismo che nei giorni scorsi è stato testimonial a Milano del Forum “Equal game” dell’Uefa contro le discriminazioni. “Una ferita inaccettabile che non deve passare sotto silenzio”, scrive un tifoso su una pagina dedicata a Sarri, la stessa dove un altro utente dedica a Insigne il video del celebre pernacchio di Eduardo de Filippo nel film “Napoli Milionaria”. C’è anche qualcuno che difende i due calciatori azzurri: “Basta che Callejon e Insigne facciano un selfie con Salvini (chiesto ovviamente da quest’ultimo) per diventare traditori. Sono due calciatori, personaggi pubblici fanno i selfie pure con i cani, fa parte del loro lavoro”, scrive un utente, mentre un altro attacca Salvini: “Puoi farti le foto con i giocatori del Napoli, puoi farti una foto dove mangi una pizza a via Caracciolo, puoi farti una foto a san Gregorio Armeno ora che si avvicina Natale, puoi cambiare nome da Lega Nord a “Lega”.  Ma ricorda: “Napoli non ti vuole”. E sul profilo twitter di Salvini, sotto la foto, non mancano le critiche anche dei leghisti: “La lega Nord ormai è la Lega sud si è trasformata troppo per i miei gusti”, scrive una sostenitrice evidentemente delusa.

 

salvini-selfie-giocatore-napoli

Matteo Salvini a Castel Volturno: selfie con Insigne e Callejon