Sanremo: FOTO con Arisa, Rocio ed Emma Marrone. Carlo Conti: “Grazie Pippo Baudo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Febbraio 2015 16:06 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2015 18:45

SANREMO (IMPERIA) – Nella prima conferenza stampa ufficiale del Festival di Sanremo c’è spazio per un omaggio di Carlo Conti a Pippo Baudo: “Ci siamo sentiti, e Pippo mi ha detto la cosa più bella: ‘E’ come se fossi lì con te'”. “Se siamo qui oggi a fare il festival, a parlare del festival – ha detto ancora Conti – è grazie a personaggi come Baudo e Ravera che lo hanno reso un evento”. Il presentatore ha poi spiegato che al festival “il clima è dei migliori, il sole e la mia abbronzatura potrà riprendersi un po’ dopo la pioggia degli ultimi giorni”.

Il Festival di Sanremo comincia domani, martedì 10 febbraio. E Conti piega che “dopo Firenze e Roma, Sanremo è la mia terza casa, ho fatto tante prime serate qui. La vera forza del festival è il suo potere di riunire le famiglie italiane. Tutta la famiglia si mette davanti alla tv per guardare e commentare”. Conti ha ribadito, come aveva già fatto fin dall’inizio, di aver dato spazio alla musica soprattutto con i fatti. “Ho cercato di mettere musica al centro: 20 cantanti in gara, alcuni dei quali avrebbero tutti i titoli per venire come superospiti, con 20 canzoni belle e i giovani non più relegati a orari impossibili”.

Accanto a lui in conferenza stampa “i miei tre fiori: Emma, Arisa, Rocio  Emma e Arisa sono un altro segno dell’importanza data alla musica: sono le ultime due donne che hanno vinto all’Ariston”. Di Rocio, “vista per caso nello spot di A un passo dal cielo”, il presentatore è convinto che “oltre alla bellezza abbia molto di più”. Tra le gli ospiti, Conti ha ricordato anche Pino Donaggio che riceverà una targa ricordo per i 50 anni di Io che non vivo. “All’Ariston ci sarà anche Enrico Ruggeri. Con lui parleremo della Nazionale Cantanti e dell’Airc che quest’anno festeggia i 50 anni – ha aggiunto il conduttore toscano. – Ruggeri ha un brano meraviglioso, I tre signori: con lui ricorderemo Gaber, Iannacci e Faletti”.

E sulla presenza di Fiorello?  “Magari. Purtroppo è impegnato nelle prove del suo ultimo tour teatrale, e quindi non ci sarà, a malincuore mio e credo anche suo. I suoi impegni non gli consentono essere qui. Mancherà anche un altro ‘fratello d’Italia, un ‘amico mio’: Leonardo Pieraccioni. Anche lui non ci sarà”, spiega il conduttore. Alla fine, Carlo Conti risponde anche ad una domanda su Conchita Wurst, la drag queen vincitrice dell’Eurovision Song Contest la cui presenza sul palco del festival della canzone italiana ha suscitato un mare di polemiche. Conti spiega di averla invitata “solo come artista: verrà a cantare, non farà nessun tipo di intervista, che ha già fatto peraltro all’Arena di Giletti su Rai1”.

“Per la prima volta quest’anno – spiega il conduttore – il vincitore del festival potrà andare di diritto, se vuole, all’Eurovision. Ci è sembrato dunque giusto ospitare chi ha vinto l’ultima edizione. Se fossimo stati nel ’74, avrei invitato gli Abba. Conchita viene come artista, canta la canzone con cui ha vinto”. All’ultima edizione dell’Eurovision c’era anche Emma, che si classificò ben lontana dal podio e che oggi scherza: “Chi arriva 21esimo presenta Sanremo, succede anche questo”. E Arisa: “Se il vincitore del festival non vuole andare all’Eurovision, ci vado io, sono sempre disponibile”.

Le foto della conferenza stampa pubblicate da LaPresse: