#SaveParma. FOTO appello calciatori sul web

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 febbraio 2015 17:31 | Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2015 17:31

PARMA – ‘#SaveParma‘. E’ diventata questa la parola d’ordine, lanciata dai tifosi del Parma qualche giorno fa e raccolta nelle ultime ore anche dai calciatori, con un hashtag su Twitter ed altre iniziative che chiedono a Lega, Federazione, ma anche a città e imprenditori, di mobilitarsi per scongiurare la scomparsa del Parma dal calcio professionistico.

Nel giorno dell’annullamento della partita con l’Udinese per la mancanza dei soldi per pagare gli steward, hanno raccolto e rilanciato l’appello il capitano Alessandro Lucarelli, Kader Ghezzal, Raffaele Palladino, ma anche ex rimasti affezionati alla piazza ducale come Francesco Valiani, Andrea Pisanu. Fra i più duri c’è Massimo Gobbi, uno dei senatori dello spogliatoio, che se la prende con il presidente della Figc Carlo Tavecchio, rilanciando il video di una sua intervista nella quale sostiene che il problema Parma è più dei tribunali che dello sport.

“A casa di domenica, Parma-Udinese oggi non si gioca e non è anche un problema di sport?!”, si chiede Gobbi. Fra i tifosi invece, il bersaglio preferito, più che l’attuale presidente Giampietro Manenti e le sue promesse alle quali, al momento, non sono seguiti i fatti, c’è il presidente che negli ultimi anni ha guidato la società, Tommaso Ghirardi, e che è ritenuto da molti il principale colpevole della situazione.

Foto da Twitter.