Sciopero vigili urbani Roma, traffico in tilt: “Corrotti voi, indagati noi” FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 febbraio 2015 10:50 | Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2015 10:56

ROMA – I vigili urbani di Roma incrociano le braccia il 12 febbraio. Uno sciopero nazionale indetto dall’Ospol a cui hanno preso parte centinaia di vigili urbani, mentre il traffico a Roma va in tilt. Caschi bianchi, divise e pettorine fosforescenti, questo l’esercito di vigili che manifesta per le strade della Capitale, anche contro il caso delle assenze durante la notte di Capodanno a Roma.

I vigili sono arrivati da tutta Italia al grido di “Corrotti voi, indagati noi”: dalla Puglia al Friuli Venezia Giulia dalla Lombardia alla Sicilia. Tra i cartelli portati in piazza ‘Riforma:impiegati o poliziotti’, ‘Lupi non temono gli sciacalli!’ firmato Polizia Gssu, ‘Vigile da marciapiede’. Alcuni di loro indossano pettorine di servizio con la scritta Polizia Locale e l’aggiunta ‘a pennarello’ “orgoglioso di essere”.

Uno sciopero, dicono i manifestanti, per “togliere il fango gettato sulla categoria” dopo il caso delle assenze nella notte di Capodanno a Roma. E sui cartelli esposti dai vigili urbani in piazza della Repubblica si legge ‘Colpire la Polizia locale per coprire Mafia Capitale’, ‘Corrotti voi indagati noi’, ‘Assenteista inventato Mafia Capitale insabbiato’, ‘La nostra riforma va approvata e la divisa mai più oltraggiata’.

Il traffico è totalmente in tilt nel centro di Roma: in particolare a piazza della Repubblica dove si sono radunati centinaia e centinaia di caschi bianchi che a breve si muoveranno in corteo tra le strade della Capitale. I manifestanti hanno ‘invaso’ la strada bloccando il traffico. E qualcuno di loro risponde scherzando alle proteste di qualche automobilista rimasto ‘imbottigliato’: “Il nostro lavoro alla fine è deviare il traffico”, dice una vigilessa.

(Foto Ansa)