Scudetto Juventus, la festa dei calciatori (FOTO)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Maggio 2014 20:17 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2014 13:16

TORINO – Cena privata in un locale torinese, Così la Juventus festeggerà questa sera lo scudetto, prima di rientrare nell’hotel di Leini per riprendere il ritiro in vista del posticipo contro l’Atalanta. L’appuntamento con i tifosi è domani allo ‘Juventus Stadium’ e poi il 18 maggio quando il bus scoperto con i campioni farà il classico giro della città dopo l’ultima di campionato contro il Cagliari.

 Juve prima, ma onore alla Roma. Buffon stringe le mani ai rivali giallorossi che solo oggi si sono arresi. “E’ l’ottava volta in 15 anni che vinciamo un campionato, compresa la vittoria in B nel 2007. A Totti e De Rossi faccio grandi complimenti: noi e la Roma ci siamo fatti del bene reciprocamente. E’ una nota da sottolineare – aggiunge – per il bene del calcio italiano e la bellezza degli aspetti tecnici che ci sono stati”. Resta il divario tra la Juve che domina in Italia e quella che stenta in Europa. “Questi tre anni – prosegue il portiere bianconero – hanno detto che in campionato siamo i più forti; in Europa siamo una squadra da semifinale-finale di Europa League e da ottavi-quarti di finale di Champions League”.

“Abbiamo avuto una grande avversaria, ma personalmente sentivo di avere sempre in mano le redini dello scudetto”. Giorgio Chiellini festeggia il terzo scudetto consecutivo e rende omaggio ai giallorossi. “E’ un titolo diverso, perché ogni anni è sempre più difficile – aggiunge -: avevamo un avversario che non ha mai mollato, speravo che la Roma non ci facesse tirare così tanto. Ma i punti fatti sono venuti in parte grazie a loro, vicendevolmente ci siamo spinti ad andare oltre i limiti”. 

“Vincere il terzo scudetto di fila è una cosa eccezionale, questo titolo ha un significato speciale. Ma lo scudetto non è ‘di’ Tevez, è di tutta la squadra”. Così Carlitos Tevez, bomber e trascinatore della Juventus, nel ritiro di Leini dove i campioni d’Italia festeggiano il tricolore. “Il campionato italiano – ha aggiunto l’attaccante argentino – è il più difficile perché è molto tattico, si gioca al millimetro”.

Scudetto Juventus, la festa dei calciatori (FOTO LaPresse).