Selinunte, scoperti nuovi ambienti destinati al culto: FOTO statua dea Hekate

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 gennaio 2018 15:52 | Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2018 15:54

SELINUNTE (TRAPANI) – “Trovate a Selinunte le tubature costruite dai greci ed attraverso le quali l’acqua arrivava nelle case, nuovi ambienti domestici destinati al culto come ad esempio altari cilindrici e la più antica raffigurazione di tutto il mondo greco di Hekate, personaggio di origine pre – indoeuropea che fu ripreso nella mitologia greca. Ecate o Hekate, regnava sui demoni malvagi, sulla notte, sulla luna”.

L’annuncio arriva da Enrico Caruso, direttore del Parco Archeologico di Selinunte che sottolinea: “Quella rinvenuta a Selinunte è la più antica raffigurazione di Ecate in tutto il mondo greco”. “Abbiamo rinvenuto – prosegue Caruso – anche vasi corinzi, oggetti ornamentali, statue ed addirittura un flauto sempre dell’epoca greca. Abbiamo ricostruito le case risalenti all’epoca classica ed ellenistica, dopo la distruzione del 409 a.C. Oggi mostreremo alla stampa la ricostruzione della facciata del Tempio Y. Infatti abbiamo trovato alcuni elementi architettonici che appartenevano alla facciata e siamo riusciti parzialmente a ricostruirla. Si tratta del Tempio dorico, circondato da colonne, più antico tra quelli Selinuntini”.

Il Parco Archeologico di Selinunte è tra i più grandi in Europa: comprende al suo interno un’intera città e due zone suburbane destinate ad accogliere, ad Occidente piccoli santuari e ad Oriente i grandi santuari. Oggi, in anteprima assoluta, la stampa italiana e internazionale, potrà anche ammirare la straordinaria ricerca dei geologi dell’Università di Camerino che sono riusciti a vedere, individuare gli strati più profondi del terreno su cui i greci decisero di insediarsi. “Questa scoperta – conclude Caruso- ci permetterà di trovare le soluzioni migliori per perpetuare nel futuro prossimo ed anche oltre il patrimonio straordinario di Selinunte”.

A seguire le prime immagini mostrate alla stampa che riguardano gli importanti ritrovamenti avvenuti a Selinunte (foto ufficio stampa):