Senato, mattina tra bavagli M5s e banchi dell’opposizione vuoti FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Agosto 2014 13:22 | Ultimo aggiornamento: 1 Agosto 2014 13:22

ROMA – Prima hanno abbandonato il Senato per protestare contro l’ennesimo “canguro” che ha cancellato 1300 emendamenti, poi sono rientrati su invito del presidente Pietro Grasso. A lasciare le postazioni vuote sono stati i senatori del Movimento 5 stelle, Lega Nord e Sel, in aperta opposizione ai testi delle riforme presentati dal governo Renzi e al voto in Senato.

Si è svolta così la mattinata in Senato, tra i banchi vuoti anche nella fetta di emiciclo dove solitamente siede il gruppo del M5S che, dopo aver messo il bavaglio e annunciato che non parteciperà ai lavori per protestare contro la conduzione del presidente Grasso. Vuoti anche i banchi di Lega Nord, Sel ed ex M5s, che sono poi rientrati quando Grasso ha fatto presente che per votare le riforme “c’è bisogno del contributo di tutti”.