Senato, seduta sospesa per proteste Lega: “Pensioni no, clandestini sì” (foto)

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Ottobre 2013 14:03 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2013 14:05

ROMA – Sale la tensione al Senato, dove la seduta è stata sospesa per la protesta della Lega contro l’emendamento presentato mercoledì in commissione giustizia dal M5s. I senatori del Carroccio protestano contro la cancellazione del reato di clandestinità e hanno esposto cartelli con scritto: “Sicurezza no, clandestini sì. Pensioni no, clandestini sì

Il capogruppo della Lega Massimo Bitonci aveva provato ad intavolare la questione prendendo la parola, ma all’osservazione della presidente di turno che l’argomento non era all’ordine del giorno, e quindi non esaminabile, i senatori hanno sfoderato alcuni cartelli, avvicinandosi anche ai banchi del governo. Poi anche gli esponenti del Pd sono scesi nell’emiciclo per contestare a loro volta i colleghi leghisti ed è scoppiata la bagarre.

A questo punto la presidente Fedeli ha dapprima sospeso la seduta, per calmare gli animi e riportare la situazione alla normalità, poi, visto lo scarso esito dei suoi inviti, anche in considerazione dell’ora, ha preferito chiudere con un breve anticipo la seduta.

II senatori della Lega Nord protestano contro il decreto di abolizione di reato di clandstinità

I senatori della Lega Nord protestano contro il decreto di abolizione di reato di clandstinità (Foto credits: Il Messaggero)