Si finge morto al mare: “Se fossi migrante”. Furia sul grillino

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Settembre 2015 15:03 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2015 15:03

CAGLIARI – Si è finto morto sul bagnasciuga e poi ha pubblicato la foto sul suo profilo Facebook con tanto di didascalia: “Se io fossi nato e vissuto dall’altra parte del Mediterraneo, questa potrebbe essere la foto del mio cadavere dopo il viaggio della speranza… Invece sono da questa parte e mi ritengo più fortunato”. Un maldestro tentativo di risvegliare le coscienze sulla questione migranti che la rete, per ovvie ragioni, non ha apprezzato.

Il finto cadavere è quello di Bruno Flavio Martingano, ex candidato sindaco Cinque Stelle a Quartucciu, in provincia di Cagliari, poi eletto consigliere. Il grillino ha provato a difendersi a più riprese: “Nessuno può scegliere quando e dove nascere, nessuno può scegliere come, quando e dove morire. Questa è la verità, comunque la pensiate”, ha inizialmente replicato a chi gli faceva notare il cattivo gusto dell’iniziativa.

Ma le critiche sono continuate: “Lei si dovrebbe vergognare – gli ha scritto un attivista – io voto M5S e spero che qualcuno prenda dei provvedimenti nei suoi confronti”.

Alla fine Martingano torna alla carica: “Di fronte ad una tragedia umanitaria di questa portata le reazioni possono essere più o meno forti. Il mio post è provocatorio e vuole esserlo, può essere condiviso o meno, l’ho messo in conto. In malafede sono coloro che permettono queste tragedie, criminali sono coloro che speculano sulle vite degli esseri umani”.

Mentre l’ex deputato M5s Walter Rizzetto, poi passato ad Alternativa Libera, non si lascia l’occasione per pungolare il suo ex leader: “Beppe dice di ‘aver imbarcato di tutto, ebbene, ha ragione…”.

Martingano (M5s) si finge morto al mare: "Se fossi migrante"