Sigarette, campagna choc sui pacchetti: proteste per immagine con disabile FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 luglio 2015 17:54 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2015 22:10

ROMA – Giro di vite su vendita e pubblicità di sigarette; immagini choc sui pacchetti, che insieme alle avvertenze (“Il fumo uccide” ecc.) occuperanno il 65 per cento del pacchetto stesso; addio ai pacchetti da 10, i preferiti dai più giovani; divieto di sigarette o tabacco sfuso con aromi a partire dal mentolo; un sistema europeo di tracciabilità delle confezioni per contrastare il traffico illegale. Sono le principali novità sul fumo che saranno introdotte in Italia con il decreto legislativo che recepisce la direttiva europea sul tabacco.

Viene vietata l’immissione sul mercato di sigarette e tabacco da arrotolare contenenti aromi caratterizzanti (come mentolo, vaniglia, erbe, spezie) ovvero contenenti in qualsiasi dei loro elementi (filtri, cartine, confezioni) aromi che possano modificarne odore, gusto o intensità di fumo. E’ vietata inoltre l’immissione sul mercato anche dei prodotti del tabacco contenenti additivi che rendano più “attrattivo” o dannoso il prodotto: che promettano benefici per la salute oppure effetti energizzanti, che abbiano proprieta’ coloranti delle emissioni, che facilitino l’inalazione o l’assorbimento di nicotina ovvero con proprietà cancerogene o tossiche.

Sui pacchetti le avvertenze saranno “combinate”: “Un’avvertenza testuale, un’immagine a colori e informazioni sulla disassuefazione dal fumo (telefono verde contro il fumo dell’Iss e sito del Ministero della Salute). Non compariranno più sulle confezioni le indicazioni sul tenore di catrame, nicotina e monossido di carbonio, ritenute ingannevoli per il consumatore. Sono vietati tutti gli elementi promozionali e fuorvianti che figurano sui prodotti del tabacco, come riferimenti a benefici per la salute o per lo stile di vita, ad un gusto o un odore, elementi che possano indurre a credere nella minore nocività di un prodotto o nelle sue proprietà energizzanti, curative, biologiche, rivitalizzanti, ecc.

Inoltre per le sigarette elettroniche e i contenitori di liquido di ricarica contenenti nicotina sono fissati una serie di requisiti di sicurezza e di qualità. Ad esempio: chiusura a prova di bambino e di manomissione; protezione dagli spargimenti per limitare il rischio di esposizione dei consumatori in caso di manipolazione o ingestione; notifica al Ministero dei prodotti da immettere sul mercato; obbligo di corredare tali prodotti di un foglietto di istruzioni con controindicazioni, avvertenze, informazioni sugli effetti nocivi e sulla capacità di indurre dipendenza e tossicità. Sono vietati tutti gli elementi promozionali e fuorvianti che figurano sui prodotti del tabacco, come riferimenti a benefici per la salute o per lo stile di vita, ad un gusto o un odore, elementi che possano indurre a credere nella minore nocività di un prodotto o nelle sue proprietà energizzanti, curative, biologiche, rivitalizzanti, ecc.

Inoltre per le sigarette elettroniche e i contenitori di liquido di ricarica contenenti nicotina sono fissati una serie di requisiti di sicurezza e di qualità. Ad esempio: chiusura a prova di bambino e di manomissione; protezione dagli spargimenti per limitare il rischio di esposizione dei consumatori in caso di manipolazione o ingestione; notifica al Ministero dei prodotti da immettere sul mercato; obbligo di corredare tali prodotti di un foglietto di istruzioni con controindicazioni, avvertenze, informazioni sugli effetti nocivi e sulla capacità di indurre dipendenza e tossicità.

E le associazioni dei disabili protestano contro una delle immagini che vedremo raffigurate sui pacchetti: quella di una donna in carrozzina.