Silvia Sardone (Lega) in piazza Duomo alla festa Inter dice che era lì per fare shopping. Sala: “Con la mascherina dell’Inter”

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 4 Maggio 2021 14:33 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2021 14:46
Silvia Sardone (Lega) in piazza Duomo alla festa Inter dice che era lì per fare shopping. Sala: "Con la mascherina dell'Inter"

Silvia Sardone (Lega) in piazza Duomo alla festa Inter dice che era lì per fare shopping. Sala: “Con la mascherina dell’Inter” (Foto Instagram)

Silvia Sardone, consigliera comunale ed europarlamentare della Lega, era in piazza Duomo durante la festa Inter. Ma si è giustificata così: “Ero lì per caso”. Per fare shopping, alla Rinascente. Sarà, ma il sindaco Sala le ha fatto notare che è singolare andare a fare shopping con la mascherina dell’Inter.

Mascherina ben visibile nelle foto che la Sardone si è scattata e ha pubblicato sui social. Sullo sfondo, la marea di interirsti festanti.

Perché se ne sta parlando tanto? Perché Salvini sta attaccando Sala per la gestione dei festeggiamenti nerazzurri in piazza. E la Sardone, dicono i bene informati, non solo è della Lega ma viene considerata una “fedelissima” del leader.

Silvia Sardone a La Stampa dice che era in Piazza Duomo per fare shopping

Intervistata da La Stampa, la Sardone ha spiegato così: “Ero alla Rinascente perché dovevo comperare un vestito per ché a luglio sono stata invitata a un matrimonio. A un certo punto mi sono arrivati i messaggini dei miei amici che mi dicevano che erano in Duomo a festeggiare lo scudetto. Mi sono affacciata, li ho salutati e sono andata a piedi verso Cairoli. Ma quando sono passata io non c’era tutto quell’assembramento, la partita era finita da un pezzo”.

“Io sono passata tardi. Forse la folla di tifosi se n’era già andata. In Duomo non ho visto tutta questa gente. Ci sarà pure stato qualche ultras senza mascherina. Ma io tra la gente che ho incontrato da Duomo in Cairoli ho visto anche tante famiglie con il passeggino, le bandiere, le mascherine, tutte ben distanziate. Detto questo la situazione era prevedibile e bisognava fare qualcosa”. 

Sala contro Salvini e ironizza sulla mascherina della Sardone

Sugli assembramenti che si sono verificati in città per i festeggiamenti dei tifosi interisti dopo la vittoria dello scudetto “ho sentito tante lamentele ma non un’idea sensata su come avremmo potuto gestire meglio le strade cittadine. Devo dire che ci ha provato Salvini ipotizzando di portare chissà come i tifosi a San Siro”. Lo ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

“Ma a tacere che gli stadi in Italia sono chiusi, che assembramenti ci sarebbero stati nell’ingresso e nell’uscita dello stadio? E una volta dentro sarebbero stati tifosi a doverosa distanza o si sarebbero abbracciati?. Questa è stata l’ideona di uno che ha fatto il ministro dell’Interno e quindi presunto addetto ai lavori”.

“Come al solito nella critica si è distinta la Lega, quella che vuole aprire tutto ma anche quella che aveva in piazza a festeggiare a Milano un vice ministro e due consiglieri comunali che allegramente postavano le loro foto. E’ davvero una chicca l’intervista della consigliera ed eurodeputata leghista Silvia Sardone che dice ‘io ero lì per lo shopping’. Certo notoriamente si va a fare shopping con la mascherina dell’Inter e insieme ai compagni di partito”.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev