Siria, Isis distrugge Palmira: fa saltare le tombe a torre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Settembre 2015 14:00 | Ultimo aggiornamento: 4 Settembre 2015 14:00

DAMASCO – Ancora una volta l’Isis distrugge i capolavori di Palmira. Nel mirino dei jihadisti del Califfato sono finiti stavolta le “tombe a torre” della necropoli antica, dopo il tempio di Baal Shamin e di Bel. A denunciare l’accaduto è stato il direttore governativo delle antichità e dei musei siriani a Damasco, Maamun Abdelkarim: “Hanno fatto esplodere tre torri funerarie, le più belle”.

Abdelkarim precisa che la tomba distrutta è quella di Elahbel, costruita nel 103 d.C. Altre tombe, risalenti anche al 44 d.C. possono essere state rase al suolo dall’Isis nello stesso sito di Palmira. La conferma viene da un gruppo di archeologici siriani che dall’estero monitorano costantemente i danni al patrimonio del loro Paese.

Sulla pagina Facebook del gruppo Protect Syrian Archeology si fa riferimento ad almeno due tombe a torre distrutte. Sulla pagina compaiono le foto delle due tombe intatte e le immagini satellitari che, secondo gli esperti, dimostrano la loro distruzione.

(Foto Facebook)