Siria. Vanessa Marzullo e Greta Ramelli le italiane rapite ad Aleppo FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Agosto 2014 17:40 | Ultimo aggiornamento: 6 Agosto 2014 17:46

ROMA – Vanessa Marzullo e Greta Ramelli sono le due volontarie italiane rapite ad Aleppo, in Siria. Le due ragazze, fondatrici del Progetto Horryaty, sono irreperibili ormai da 6 giorni, ha dichiarato la Farnesina il 6 agosto. Le due donne sarebbero state rapite da un commando di uomini armati, probabilmente dei comuni criminali, nei dintorni di Aleppo. Insieme alle ragazze sarebbe stata rapita una terza persona, di cui non si conosce l’identità.

Repubblica scrive:

“Il rapimento sarebbe avvenuto ad Aleppo intorno alle quattro di notte tra il 31 luglio e il primo di agosto, quando decine di miliziani avrebbero circondato la casa in cui si trovavano e le avrebbero prelevate. Non era la prima volta che Greta e Vanessa si recavano in Siria. Nel marzo 2014 il loro primo viaggio, a quanto viene detto da altri attivisti, poi un secondo a distanza di poche settimane per istituire piccoli progetti e inviare medicinali e latte in polvere”.

(Foto Facebook)