Sochi, prima medaglia italiana: Innerhofer 2° nello sci. Zoeggeler lotta per podio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 febbraio 2014 10:00 | Ultimo aggiornamento: 9 febbraio 2014 14:12

SOCHI (RUSSIA) – Sochi, il sipario dei giochi olimpici invernali si è aperto. La prima medaglia non è russa ma americana e va per lo snowboard slopestyle al ventunenne Sage Kotsenburg, davanti al norvegese Staale Sandbech e al canadese Mark McMorris, anche loro ventenni. Arriva domenica la prima medaglia italiana: l’azzurro Christof Innerhofer ha conquistato l’argento nella discesa libera, gara inaugurale dello sci alpino. L’oro è andato all’austriaco Matthias Mayer.

Intanto, mentre la nostra Caterina Kostner si posiziona seconda nella prova del corto per il pattinaggio di figura portando la squadra in finale,  gli occhi sono tutti puntati su Armin Zoeggeler. Il bobbista è a metà della strada che potrebbe portarlo di nuovo sul podio, a Sochi, i Giochi dei suoi primi quaranta anni. Dopo due manche il Cannibale azzurro è terzo, nella mischia dei più forti.

Se gli Usa mettono il sigillo sul primo oro olimpico, i norvegesi fanno il bis con due veterani del fondo, nel biathlon maschile e nello skiathlon femminile, prendendo la testa del medagliere. Ole Einar Bjoerndalen, 40 anni, alla sua sesta partecipazione olimpica, entra addirittura nella leggenda: vincendo l’oro della 10 km sprint di biathlon, davanti all’austriaco Dominik Landertinger e al ceco Jaroslav Soukup, ha conquistato la 12/a medaglia olimpica eguagliando il primato del connazionale Bjorn Daehlie.

Grande favorita della vigilia, Marit Bjoergen, che con i suoi 33 anni e 324 giorni è la campionessa olimpica di sci di fondo più “anziana”, ha conservato il titolo di campionessa olimpica nello skiathlon. La norvegese, al quarto oro olimpico, ha preceduto nell’ordine la svedese Charlotte Kalla e la connazionale Heidi Weng.

Gli olandesi invece hanno fatto tris in una stessa gara, quella dei 5000 metri del pattinaggio di velocità: podio quindi tutto arancione con Sven Kramer, primo con il record olimpico, Jan Blokhuijsen e Jorrit Bergsma. Diciassettesimo posto per l’azzurro Andrea Giovannini. Domani primo banco di prova per gli azzurri nella discesa libera. Oggi intanto la squadra italiana ha lanciato segnali positivi con due delle sue icone: il biolimpico Armin Zoeggeler, portabandiera azzurro, si è classificato terzo in entrambe le prime due manche, mentre Carolina Kostner ha festeggiato oggi i suoi 27 anni portando la squadra di pattinaggio in finale. 

(Foto LaPresse)

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other