Sonda Rosetta, caccia a ufo: “Oggetto sospetto sulla cometa”. Bufala?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 novembre 2014 11:48 | Ultimo aggiornamento: 14 novembre 2014 11:48

ROMA – “C’è un oggetto sospetto sulla cometa, che sia alieno?”. La sonda Rosetta arriva alla cometa e il lander Philae combatte per rimanere ancorato alla sua superficie, ma subito in internet la caccia all’ufo è partita. Le prime spettacolari immagini vengono cerchiate di rosso: quello che potrebbe sembrare un semplice sasso, forse dalle forme un po’ troppo regolari, diventa subito qualcosa di più. Un oggetto sospetto, messo lì magari da un alieno.

A lanciare la caccia all’ufo sono Ennio Piccaluga e Angelo Carannante, due ricercatori del Centro ufilogico mediterraneo (Cufom), scrive il Messaggero:

“Hanno ingrandito ed analizzato quello che sembra un oggetto perfettamente cilindrico che, “sembra fuori luogo rispetto a ciò che c’è intorno anche dal punto di vista cromatico e stranamente, la sua ombra non sembra conforme né con l’oggetto che dovrebbe produrla, né con le ombre circostanti”.

Secondo i due ufologi ingrandendo le prime foto dalla cometa sarebbero visibili strutture dai contorni troppo definiti e superficie rettangolari troppo levigate e regolari per essere semplici sassi.

Ma le immagini arrivano da chilometri di distanza e l’uomo è arrivato per la prima volta nella sua storia su una cometa, non conoscendone dunque con precisione né la storia geologica né gli eventi e i fenomeni fisici che abbiano potuto levigare i sassi in modo sospetto. Una caccia disperata all’ufo che gli stessi Piccaluga e Carannante prima lanciano e poi tentano di frenare, chiedendosi se quanto visto sia:

“Un qualcosa di reale o frutto della non eccelsa qualità delle immagini che, non dimentichiamo, provengono da milioni di chilometri di distanza? Le immagini lasciano alquanto pensare e che nessuna ipotesi va sottaciuta”.

(Credit Photo Esa)