“Sorgo Rosso”, il film tratto dal libro del Nobel Mo Yan che ha lanciato Gong Li

Pubblicato il 12 Ottobre 2012 10:08 | Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre 2012 10:08

ROMA – Lo scrittore cinese Mo Yan ha vinto il premio Nobel per la Letteratura del 2012. Autore del celebre libro “Sorgo Rosso”, è stato premiato per il “suo magico realismo che mescola racconti popolari, storia e contemporaneità”. “Sorgo Rosso” è diventato anche un film, realizzato nel 1987 dal regista Zhang Yimou, che ha esordito dietro la macchina da presa proprio con questo film, affermandosi poi negli anni ’90.

Nella pellicola c’è una sorprendente Gong Li che interpreta Nove Fiori, una giovane e povera ragazza è costretta a sposare un ricco e anziano distillatore affetto da lebbra. Dopo la morte violenta del marito si risposa con un lavoratore che si comporta da prode quando negli anni ’30 i giapponesi invadono la Manciuria.

La prima parte del film è folgorante: 40 minuti di grandissimo cinema, probabilmente alla base dell’Orso d’Oro vinto a Berlino. Il sorgo, dal quale si distillava una grappa contadina molto forte e apprezzata, era in Cina la risorsa dei poveri. Adesso non si coltiva più, o non si lascia più crescere spontaneamente, ma sullo sfondo di una distesa di sorgo si svolge la storia d’amore della giovane sposa.