Sub risale in superficie troppo in fretta, ecco cosa gli accade

di Redazione blitz
Pubblicato il 7 settembre 2017 20:14 | Ultimo aggiornamento: 7 settembre 2017 20:14

LIMA – Alejandro Ramos Martinez, pescatore peruviano, tuffatosi nell’Oceano Pacifico per pescare, è risalito troppo velocemente, accumulando un’eccessiva quantità di azoto nel sangue, che gli ha provocato un rigonfiamento in varie parti del corpo. Lo riporta il Mirror.

Il nome è “sindrome da decompressione“, una patologia abbastanza comune tra i sub che causa vertigini, nausea, mal di testa, danni cerebrali e paralisi. Martinez si è sottoposto a numerosi trattamenti in una camera pressurizzata, allo scopo di ridurre il livello di azoto nel sangue. I medici hanno infatti escluso la possibilità di intervenire con un intervento chirurgico, che risulterebbe troppo rischioso.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other