Svezia, mamma segrega in casa le tre figlie per oltre dieci anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 febbraio 2015 14:40 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2015 14:40

STOCCOLMA – Una donna svedese è stata arrestata a Bromolla, paesino di 8mila abitanti, con l’accusa di aver tenuto segregate in casa le tre figlie per oltre dieci anni.

La segregazione delle tre ragazze, che oggi hanno 23, 24 e 32 anni, sarebbe iniziata nei primi anni duemila, quando la famiglia si trasferì ad Are, nel nord della Svezia. Le ragazzine, secondo il tabloid Aftonbladet, non si sarebbero mai presentate a scuola.

Secondo quanto scrive il tabloid Expressen, una delle figlie aveva provato a scappare e a convincere un vicino a chiamare la polizia, raccontato di essere stata segregata per anni. Ma nessuno nel palazzo si era mai accorto di nulla. Le imposte erano sempre chiuse e dall’appartamento non veniva alcun rumore, ha raccontato un abitante del palazzo all’Expressen.

La madre delle tre ragazze probabilmente era in fuga dall’ex marito: per questo negli anni aveva cambiato spesso città, fino a Bromolla.