Svizzera. Sparatoria a Daillon: 3 morti, 2 feriti. Arrestato il killer

Pubblicato il 3 Gennaio 2013 8:45 | Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2013 17:12

GINEVRA – Ha aperto il fuoco nella città di Daillon, in Svizzera, uccidendo 3 persone e ferendone 2. L’uomo è stato arrestato dalla polizia svizzera ed è ricoverato in ospedale, ma la polizia non ne ha rivelato l’identità. E’ accaduto la sera del 2 gennaio nel canton Vallese, a pochi chilometri dal confine italiano.La polizia ha dichiarato in un comunicato ufficiale: “Mercoledì sera verso le 20:50, la centrale della polizia cantonale è stata messa in allerta per la presenza di un individuo che stava sparando sui passanti a Daillon“. L’allarme parlava di ”numerose persone ferite che giacevano a terra”.

Le pattuglie della polizia del canton Vallese, accompagnate da forze speciali, ”sono immediatamente intervenute sul posto e hanno neutralizzato il presunto autore” della sparatoria che ha minacciato gli agenti. Jean-Marie Bornet, portavoce della polizia, ha detto: “C’è stato uno scontro a fuoco. L’uomo è stato colpito e ferito e poi trasportato in ospedale”. Nessuno tra gli agenti di polizia ha riportato lesioni.

Secondo il sito internet 20minutes.ch, il killer, presumibilmente un residente della zona di circa 30 anni, avrebbe usato un fucile d’assalto e al momento della sparatoria era ubriaco. Stando alle parole della proprietaria di un ristorante, contattata dal sito web, l’uomo avrebbe passato tutta la serata nel suo locale ”bevendo molto”.

(Foto Epa/Ansa)