Tav, Ltf: “I lavori a Chiomonte sono in anticipo di sei mesi”

Pubblicato il 4 Giugno 2013 17:07 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2013 17:07

CHIOMONTE (TORINO) – I lavori di scavo del cunicolo esplorativo per la Tav, a Chiomonte, stanno procedendo più velocemente del previsto. ”Siamo avanti di sei mesi rispetto al programma – spiega Marco Rettighieri, direttore generale di Ltf, la società responsabile del tratto internazionale della Torino-Lione – a settembre entrerà in funzione la fresa”.

I primi 200 metri sono stati scavati con tecniche tradizionali, ”senza l’uso di esplosivi e non sono state trovate tracce di amianto né di uranio”, ha precisato Rettighieri. Lo stato dell’arte è stato fatto dai vertici Ltf e dal commissario di governo, Mario Virano, presidente della commissione intergovernativa, che hanno fatto visitare il cantiere a giornalisti italiani e francesi.

”E’ un cantiere assolutamente normale per lo scavo di una galleria, dove la sicurezza dei lavoratori viene prima di tutto” (foto LaPresse)