Tito Claudio Traversa, bimbo prodigio del climbing cade durante scalata e muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Luglio 2013 17:47 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2013 20:39

ROMA – Tito Claudio Traversa, giovane promessa del climbing è morto oggi, 5 luglio, dopo una spaventosa caduta di 20 metri avvenuta martedì scorso a Orpierre, in Provenza. A soli 12 anni, Tito era in grado di arrampicarsi sulle pareti rocciose con grande padronanza.

Non è sopravvissuto al forte trauma cranico e ad altre lesioni che rendevano le sue condizioni particolarmente critiche. Tito Claudio assieme ad altri atleti era arrivato in Provenza per una scalata. Attorno a mezzogiorno inizia l’arrampicata ma a pochi metri dalla fine qualcosa va storto e il  giovanissimo campione cade da un’altezza di venti metri schiantandosi sulle rocce.

Tito, a quanto pare, utilizzava l’attrezzatura di una compagna, cosa che a quanto pare non si dovrebbe fare in questo sport. La magistratura francese ha aperto un’inchiesta sul caso. Tito, una volta arrivato all’ospedale è stato subito operato alla testa per ridurre l’ematoma. Ma dopo tre giorni di terapia intensiva non ce l’ha fatta. Al suo capezzale la mamma Barbara e il padre Giovanni, da cui ha ereditato questa passione. 

Il padre invece urla la sua rabbia: “Mio figlio non ha commesso imprudenze, non è colpa sua se è caduto”.

 

A seguire alcune foto d’archivio di Tito: