Tiziano Azzara-Marco Morbioli-Massimo Lazzari: selfie M5s dopo contestazione Rizzetto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Gennaio 2015 9:36 | Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio 2015 19:32

ROMA – Contestazione con selfie fra militanti M5s dei giorni caldi della corsa al Quirinale, ai danni del deputato fuoriuscito del Movimento 5 Stelle Walter Rizzetto. Tiziano Azzara, Marco e Massimo Lazzari hanno immortalato con un autoscatto subito postato su Facebook, con tanto di didascalia e tag, la loro impresa.

Martedì sera, riferisce sulla Stampa Francesco Maesano, erano a largo del Nazareno ad “accogliere” con critiche rumorose l’ex collega di partito Rizzetto, reo di aver lasciato il Movimento per andare alle consultazioni con il Pd sul Quirinale. Azzara, consigliere del primo municipio di Roma, Morbioli, consigliere del XIX municipio e tra i primi adepti del Movimento 5 stelle nel 2007, e Lazzari, ex assistente della deputata Carla Ruocco, erano talmente contenti di aver costretto alla fuga Rizzetto da aver poi twittato:

“Run #Rizzetto run dimissioni a ridosso presidenziali erano scenograficamente studiate e programmate con #Renzi”..

Ad aiutare i tre c’era anche Giorgio Chiossi, che dopo l’accaduto ha ritwittato status degli attivisti come questo:

“#rizzetto che si lamenta se i propri elettori gli urlano traditore è nauseante. Degno di questa melma piddina che ha invaso le istituzioni”.

Uno di quelli ritratti nel selfie, Massimo Lazzari, ha scritto a Blitz ridimensionando l’episodio escludendo qualsiasi forma di violenza fisica nei confronti di Rizzetto:

“Sfido chiunque a mostrare immagini in cui io stia picchiando o insultando Rizzetto. Esistono decine di video dei fatti. La foto che pubblicate è stata scattata un’ora dopo i fatti”

e questo sembra escludere un legame diretto.

Tiziano Azzara-Marco Morbioli-Massimo Lazzari: selfie M5s dopo attacco Rizzetto

Il selfie dei contestatori

Il video riportato dall’Agenzia Vista:

Le foto pubblicate dall’Ansa: