Tiziano Ferro al ministro Fontana: “Famiglie gay non esistono? Mi basta non sentirmi invisibile” FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 giugno 2018 17:22 | Ultimo aggiornamento: 3 giugno 2018 17:22

ROMA – “Non voglio supporto. Mi basterebbe smettere di sentirmi invisibile”: Tiziano Ferro risponde così [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play], con una storia su Instagram alle parole del neoministro della Famiglia, Lorenzo Fontana, le cui dichiarazioni sulla ‘non esistenza delle famiglie arcobaleno’ hanno scatenato un primo caso politico del nuovo esecutivo.

Ferro ha dichiarato la propria omosessualità nel 2010 ed è stato testimonial del Gay Pride. Il titolare del dicastero sulla famiglia e disabilità ha detto in un’intervista “Le famiglie arcobaleno? Non esistono” scatenando indignazione da parte delle associazioni Lgbt e del mondo politico. L’artista, che ha fatto coming out nel 2010, è stato promotore del Gay Pride a Latina (dove è nato nel 1980) nel 2016.

Tiziano Ferro al ministro Fontana: "Famiglie gay non esistono? Mi basta non sentirmi invisibile

Tiziano Ferro al ministro Fontana: “Famiglie gay non esistono? Mi basta non sentirmi invisibile

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other